La corsa di velocità su pista

prema corsa 100 metri velocitaLe gare di velocità sono un settore della corsa su pista, una specialità dell'atletica leggera. Si tratta di corse piane, cioè senza la presenza di ostacoli, praticate interamente su pista.

La distanza massima percorsa è 400 m (un anello di pista completo), mentre le altre 2 specialità classiche sono i 100 m e i 200 m. Le gare dei 100 e 200 metri piani sono chiamate gare di velocità pura, mentre i 400 metri piani sono classificati come gara di velocità prolungata.

Nei 100 m lo sforzo è 100% anaerobico, nei 200 m è del 93% anaerobico e del 7% aerobico, nei 400 m l'attività fisica è 24% aerobica e 76% anaerobica.

Caratteristiche della corsa di velocità

I meccanismi fisiologici maggiormente sollecitati nelle gare di velocità sono quelli di tipo anaerobico, cioè potenza anaerobica alattacida, potenza lattacida e capacità lattacida; per questo è il tipo di muscolatura di un atleta a determinare se sia un velocista o meno. I muscoli compiono un lavoro anaerobico alattacido quando per il mancato apporto di ossigeno durante lo sforzo muscolare (attività anerobica) non si crea acido lattico nel muscolo.

Questo tipo di lavoro muscolare è preponderante nei 100 e 200 metri piani, mentre cala nei 400 metri a causa della durata della performance. Il metabolismo energetico anaerobico alattacido consente infatti sforzi efficienti fino a una durata di 4 - 8 secondi.

Nei 200 e nei 400 metri l'esercizio fisico anaerobico è anche lattacido, cioè con produzione di acido lattico, dovuto al prolungamento dello sforzo.

Corsa e traspirazione cutanea

Durante la corsa la traspirazione cutanea permette al corpo di espellere tossine e termoregolarsi tramite la sudorazione. Mantenere una pelle sana e pulita facilita l'espulsione del sudore e aiuta a prevenire cattivi odori, funghi, micosi, piaghe, comuni ai corridori professionisti.

Velocità e alimentazione

Per i velocisti è molto importante disporre delle giuste quantità di glucosio durante le gare, fondamentale per la performance esplosiva, ma limitare l'apporto di carboidrati nella dieta per non aumentare il peso corporeo. Data la natura delle gare di corsa velocistiche infatti, l'atleta deve poter disporre di potenza muscolare mantenendo il peso contenuto.

Allenamento e nutrizione

Subito dopo gli allenamenti e le gare di corsa, bisogna re-integrare i nutrienti spesi: la soluzione migliore è assumere bevande specifiche o integratori in forma liquida per garantire anche la corretta idratazione.

Alimentazione per la pelle

Per mantenere la salute e le funzioni della pelle, è importante curare l'alimentazione: limitare latticini e grassi animali, pomodoro e solanacee, ridurre gli zuccheri raffinati.

Integratori per la corsa

Zinco, Magnesio e vitamina B6 aiutano a mantenere i livelli di testosterone e migliorano il riposo notturno. Proteine, Glutamina e Whey isolata aiutano a sviluppare la forma fisica e recuperare dopo gli allenamenti e le competizioni. Gli acidi grassi essenziali Omega 3 sono necessari per mantenere il giusto rapporto di grassi nell'organismo, mentre i BCAA – aminoacidi a catena lunga - sono importanti nel supportare lo sforzo durante gli allenamenti prolungati.

Integratori per depurare la pelle

Esistono integratori mirati che depurano la pelle dall'interno impedendo a tossine e scorie metaboliche di accumularsi nell'epidermide, compromettendo le sue funzioni e aprendo la strada a infezioni cutanee, piaghe, micosi.

Trattamenti per gli atleti di velocità

Per tutti gli sport di corsa è indicato il massaggio ayurvedico sportivo, sia come integrazione della preparazione atletica che come massaggio rigenerante dopo gli allenamenti.

Massaggio ayurvedico sportivo e preparazione atletica

Nella preparazione fisica, il massaggio ayurvedico sportivo permette di mantenere il tono muscolare, drenare i liquidi in eccesso e dimagrire; si tratta di un valido aiuto per perdere peso, raggiungere il peso ottimale e il giusto rapporto massa magra e massa grassa.

Trattamenti mirati per la pelle

Grazie a trattamenti estetici nutricenziali specifici è possibile rigenerare la pelle e ripristinare la traspirazione cutanea.